Produttori di mobili di lusso Franco Monzio Compagnoni

La storia di

Franco Monzio Compagnoni

Dalla nascita ai giorni nostri, come siamo diventati quello che siamo

La sede di FMC negli anni 60

Gli esordi

La Ditta Franco Monzio Compagnoni nacque nel 1954 inizialmente con il nome di F.lli Monzio Compagnoni e ne facevano parte tutti i fratelli Monzio Compagnoni: Severino, Franco, Alessandro, Emilio, Alberto e Giacomina con la cooperazione del padre Arturo. La Ditta nacque nel solco di una tradizione familiare che aveva visto sorgere all'incirca nel 1920 le Ditte Alessandro, Natale e Giovanni Monzio Compagnoni. In queste fabbriche i fratelli Monzio Compagnoni appresero l'arte dell'intarsio e della manifattura del legno per la produzione di mobili di lusso.

Dal 1954 al 1959 la ditta ebbe un rapido sviluppo che portò all'ampliamento della stessa e allo spostamento dall'iniziale laboratorio alla nuova costruzione in Via Milano 27 a Treviglio, attuale sede della Franco Monzio Compagnoni.

Sin dai primi anni la ditta Franco Monzio Compagnoni manifestò e consolidò la sua vocazione all'esportazione dei suoi mobili di lusso, raggiungendo alla fine degli anni sessanta ben 73 paesi nel mondo.

Nel 1971 la ditta venne ritirata integralmente da Franco che la trasformò da F.lli Monzio Compagnoni a Franco Monzio Compagnoni, nella quale collaborano anche i figli: l'Architetto Claudio ed Eros. Gradatamente si è passati dalla produzione in serie, anche se di qualità elevata, alla produzione diversificata per ogni cliente (custom made) sia per l'arredamento che per mobili singoli di grande prestigio, diventando così uno dei produttori di mobili di lusso con la più alta qualità del prodotto a livello mondiale.

Attenzione: la Franco Monzio Compagnoni è unica come il suo marchio. Per l'elevata qualità del prodotto alcuni hanno tentato in questi anni di identificarsi come Franco Monzio Compagnoni o utilizzando Monzio Compagnoni generico, sempre smentiti dalla bassa qualità dei mobili da loro prodotti.

L'affermazione

Attualmente la Franco Monzio Compagnoni è leader di qualità nella produzione di copie di mobili di lusso in stile Luigi XVI italiano, mobili che ebbero il loro maggior rappresentante in Giuseppe Maggiolini, ebanista apprezzato in tutta Europa. È anche leader di qualità nella produzione di mobili di lusso in stile Boulle, stile che anche in questo caso prende il nome dal primo ebanista che li realizzò, André Charles Boulle. Questi mobili avevano la caratteristica di essere realizzati in ottone, guscio di tartaruga, madreperla ed eventualmente con altri metalli quali il rame e lo zinco. Vengono anche usate pietre semipreziose quali la malachite o i lapislazzuli. Per ogni riproduzione fedele vengono utilizzati ancora i materiali originali.

La ditta Franco Monzio Compagnoni è anche produttore di mobili di lusso in stile Luigi XIV, Luigi XV, in stile Impero, in stile Napoleone III. Le forme e gli intarsi che caratterizzano i prodotti sono tratti da disegni originali, sono copie fedeli di mobili antichi presenti in musei e collezioni private.

Grazie all'esperienza e maestria acquisita, oggi la Franco Monzio Compagnoni si occupa anche di restauri di mobili prestigiosi del ‘700 e dell'800, avvalendosi delle medesime tecniche dell’epoca per il recupero dei mobili ai loro fasti originali.

La Franco Monzio Compagnoni forte di 52 partecipazioni al Salone del Mobile di Milano e di vari encomi ricevuti tra le quali il premio Ferrandi per il miglior intarsio si vanta di essere una delle aziende del legno storiche del mercato internazionale e realizza solo mobili di lusso, con essenze e materiali pregiati, quali bois de rose, palissandro Rio, ebano, ottone, rame, zinco, madreperla, malachite e lapislazzuli. Per il cliente sono un investimento che mira al futuro partendo dal singolo oggetto all'arredamento della casa privata, l'ufficio, l'hotel o lo yacht di classe esclusiva. Ognuno di questi mobili è seguito personalmente dalla famiglia Monzio Compagnoni e l'approvazione del prodotto finale viene sempre sottoscritta da un Monzio Compagnoni.

Progetto studio Boulle su misura
Lavorazioe mobili di Lusso

I traguardi

A cavallo tra gli anni settanta e ottanta la ditta realizzò numerose ambasciate, specialmente su commissione della Repubblica tunisina in Polonia ed in altri stati.

Nel 1986 iniziò con l'arredamento alberghiero, realizzando le boiserie e gli arredi del Ristorante del Grand Hotel di Roma.

Nel 1990, tramite lo Studio Schmidt di Losanna, la ditta Franco Monzio Compagnoni si aggiudicò la realizzazione dei mobili di lusso per gli Uffici Rolex in Londra, situati in una palazzina costruita dai fratelli Adam. Grazie ai vincoli ambientali inglesi vennero riprodotti tutti i mobili in Stile Adam, famosi architetti inglesi. Nello stesso anno vennero forniti i mobili per l'Hotel Elio Cabala di Marino, allora ritiro della nazionale di calcio Italiana in occasione dei mondiali.

Seguiranno poi gli arredi dell'Hotel Principe di Savoia in Milano e dell'Hotel Duca di Milano ora parte dello stesso Principe di Savoia, l'Hotel Locarno ora parte dell’Westin Palace in Milano e il St. Regis Hotel di Firenze.

Nel 1991 alla ditta venne affidata la prestigiosa ristrutturazione del Grand Hotel et de Milan compresa la camera Giuseppe Verdi, dove il famoso musicista morì. Narra la leggenda che in Via Manzoni, dove c'è l'Hotel e il Teatro della Scala, i cocchieri delle carrozze fasciassero i piedi dei cavalli per non disturbare il grande maestro ormai morente.

Collaborando con Massimo e Maurizio Papiri, Philip Starck ed altri famosi architetti, oltre agli alberghi sono stati realizzati gli uffici della Lukoil a Mosca, gli uffici di Jaber III Al-Ahmad sceicco del Kuwait fino al 2006, diversi arredi per il Sultano del Brunei, la sala riunioni del People's Commitee del Governo Libico a Tripoli. La ditta Franco Monzio Compagnoni è stata di recente anche produttore dei mobili di lusso per la villa ad Antibes del Re d'Arabia Salman bin ‘Abd al-Aziz Al Sa'ud.

Telefono

+39 0363.302.721

Indirizzo

Via Milano 27 - Treviglio (BG)

Email

fmc@francomonziocompagnoni.it